La famiglia malata, patogena, scoppiata e cos’altro vuoi, è pur sempre un’astrazione, chiusa, barricata, collettiva. Per questo provo a partire da chi c’è dentro, tanto per prendere l’avvio visto che con le astrazioni e con i collettivi mi trovo male. Nel tentativo di acchiappare il bandolo di una matassa grossa e ingarbugliata, nella difficoltà di dover pure iniziare da qualcosa, mi son trovata in mano la MADRE. Al fine di mettere qualche dubbio a chi non ne ha ancora sull’idea di famiglia, (che non può che essere in crisi in quanto patologica e patogena per come comunemente la si intende), incomincerei togliendo peso alla MadreLeggi altro →