Il mistero del pensiero Lacan

Il mistero dell’inizio del pensiero “L’umiltà è l’esercito che non ha mai subito sconfitte” (Motto della casata dei Borromeo) Nodo Borromeo a cinque tori (il toro non è il marito della mucca, è il nome che si dà al cerchio inanellato ad altri), J. Lacan ha utilizzato il nodo borromeo per diversificare e unire le funzioni del Simbolico, del Reale, e dell’Immaginario. Sempre J. Lacan ha poi teorizzato di un nodo a quattro tori inserendo il quarto denominato Sintomo. Il collegio agli studi deve prevedere un quinto toro, vuoi perché le associazioni sono (al momento) cinque, vuoi perché abbiamo il compito di liberare il sapereLeggi altro →

La cultura è stata capace di considerare lo stato d’animo dell’innamoramento uno dei vertici dell’esperienza umana. C’est l’amour! di Flavia Giacometti Siccome sono dell’idea che l’uomo cerchi nella propria vita di arrivare a soddisfazione e lo faccia in relazione con un altro, ho scelto il film “Frida Kahlo”, perché mi piace cercare di individuare gli aspetti che a mio avviso hanno determinato un lavoro di partnership tra i due soggetti protagonisti. Dove ho visto questo nella vicenda di Frida Kahlo e di Frida e Diego Rivera? La prima segnalazione riguarda il movimento – incontro, individuale e insieme, interessato e interessante rivolto ad un profitto perLeggi altro →