Seminario 2019/20: Amore, diritto, economia

Rinascimenti ?

Giotto ha rivoluzionato l’arte aprendo la strada ad una visione meno idealizzata e più vicina al reale, introducendo l’idea prospettica  della terza dimensione.

Freud ci fa conoscere il pensiero nella sua potenza ed interezza aprendo le porte all’uomo non più dipendente da potenze superiori, ma capace di acquisire la padronanza di sé attraverso il lavoro  psicoanalitico.

Amore Diritto economia

Quale amore, quale diritto, quale economia?

Qual’è il legame tra amore diritto ed economia?

Per rispondere a questa domanda per certi versi dovremo già essere alle fine del n/s percorso di lavoro.

Ci possiamo però avvalere del molto ed importante materiale sviluppato nei Simposi SAP e partire quindi da alcuni punti fermi.

Amore è lavoro di attivazione di partner in occupazione di ogni specie. Si tratta di sentire l’esigenza di rielaborare in continuazione i dati sopraggiunti con il piacere di verificare investimenti e profitti non solamente di ordine finanziario, in un appuntamento costante semper condendum.

Una sicurezza senza ingenuità.

Il pensiero che sosteniamo afferma che la soddisfazione è raggiunta attraverso il nostro lavoro che facilita il lavoro dell’altro. Questa affermazione è talmente centrale nel nostro pensiero che parliamo di universo per definire tutti i possibili altri che possono potenzialmente portarci beneficio. Quindi amore è anche economia, e nell’amore come nell’economia i sessi trovano facilmente posto con piacere, senza prostituzione.

E’ penoso vedere come siamo riusciti a deificare l’innamoramento di coppia come di massa (il calcio, la squadra del cuore), dove non si lavora e ci perdono tutti.

Per esempio rifiutare i rifugiati per principio, come rifiutare qualsiasi gruppo o individuo umano per principio, riduce l’universo dei possibili altri e ci rende più poveri. Questo rifiuto non è mai un calcolo di convenienza, ma il risultato di false possibilità: se diamo qualcosa ai migranti avremo meno “noi” (italiani, francesi, o qualsiasi nazione o gruppo che la pensi in questo modo).

Ma perché ci lasciamo ingannare da queste trappole? 

Perché non ci accorgiamo di aderire a un pensiero specifico che è totalitario. Il pensiero totalitario si distingue dal regime totalitario, ma crea le condizioni affinché un tale regime si affermi. Al cuore di un pensiero totalitario c’è l’adesione a una teoria o principio, ovvero alla psicopatologia.

Ecco che emerge qui il concetto di economia, che nell’esempio specifico è diseconomia.

E di questi esempi nel lavoro di quest’anno mi auguro che ne possano succedere sia personali che sociali.

Parlare di diritto in primo luogo significa riconoscere la prima costituzione che, come abbiamo articolato lo scorso anno, è il caposaldo ed il fondamento di ciascuno.

Ne va però del fatto che questo fondamento va riconosciuto e sviluppato uno per uno: intendo dire che occorre il riconoscimento soggettivo persona per persona.

Infatti la vita psichica è vita giuridica, e la sua competenza è individuale, ma purtroppo sta sempre più emergendo una psicologia universitaria che abbraccia una pseudo scienza o neuroscienza che annulla il soggetto e lo rende oggetto.

Il soggetto può solamente essere riconosciuto in quanto sovrano. Non c’è autorità superiore alla propria. La sovranità individuale è anche istituzionale ed è espressa con la frase: “superiorem non recognoscens”, cioè non riconosce superiore.

Non si tratta di arroganza, ma di competenza.

Ecco quale amore, quale diritto quale economia, con cui possiamo iniziare i n/s lavori seminariali di quest’anno.

Giancarlo Gramaglia

Dal 3 ottobre ogni 15 giorni

Calendario Appuntamenti

2019

ottobre:         3  –  17 –  31

novembre:   14  –  28

dicembre:    12

2020

gennaio:         9  –  23

febbraio:        6   –  20

marzo:           5  –   19

aprile:            2   –  16  –  30

maggio:       14  –  28

giugno:        11  –  25

 

  Dove:                  Via Assisi 6, 10149 Torino

  Orario:               21.00 – 22.30

  Tel:                      011.216.273.6

  Mail:                  segreteria.lflp@gmail.com

  Siti:                    www.casadellapsicoanalisi.com

                             www.giancarlogramaglia.com

Altro:                  possibilità di collegamento in diretta su Facebook

Torna in alto