SAP: acronimo della Società Amici del Pensiero Sigmund Freud fondata da Giacomo B. Contri

SAP: UNA BUONA NOTIZIA

Il fatto che esista SAP è una buona notizia perché è stata costituita una realtà sociale di lavoratori che coltivano il pensiero come si coltiva il proprio giardino mettendo a disposizione il frutto del lavoro. Ciascuno s’ammala se non può utilizzare il suo patrimonio, il tesoro più prezioso che possiede: il proprio pensiero.

Ciò dipende dal fatto che ogni cultura utilizza l’ingenuità del bambino per difendere astratti valori specifici.

La storia, sia del pensiero che dei fatti, ci fornisce con una evidenza sconcertante il racconto delle trappole e delle peregrinazioni dell’uomo alla ricerca di una difesa dalle espropriazioni dal pensiero stesso.

Giacomo Contri ci consegna un pensiero da lavorare.

Il pensiero di natura, nella prospettiva giuridica della Prima Costituzione, competente nel farsi privo di strutture rigide e fisse, di teorie, e capace d’individuare al meglio il proprio benessere a seconda di ciò che reputa conveniente nei rapporti da costruire con l’universo intero.

Il bambino che nasce sano può ammalarsi più o meno gravemente e restare malato per tutta la vita. Di conseguenza un pensiero malato può espropriarne uno sano e condurlo in uno stato di malattia.

E’ stato Sigmund Freud la prima persona che ci ha fornito chiavi di lettura per cogliere che ciascun uomo, ricapitolando in sé tutta la specie, sviluppa una caratteristica di pensiero propria del meglio che gli riesce nel tempo della sua civiltà.

Inoltre Freud è riuscito a trasmetterci che è solamente avendo cura del proprio pensiero che la persona può riconoscere aspetti di salute liberandosi dalla cecità narcisistica. Per compiere questa operazione – chiamata psicoanalisi – è necessario un lavoro con un’altro che l’abbia già fatto su di sé.

Il trattamento non ha le caratteristiche specifiche dell’intervento medico, ma assume le modalità di un costante impegno di competenza di pensiero sul pensiero del soggetto.
La SAP è la prima aggregazione sociale che rispetta l’accaduto non dell’essere stato, ma del sarà stato. Ciò significa che l’uomo non si fonda sui traguardi raggiunti, sui trofei conquistati, ma sulle competenze che è capace di mettere in atto in ogni momento, di volta in volta, qui ed ora per incontrare l’amicizia del pensiero nella cura del proprio giardino.

Visita il sito di SAP.